By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.giovannapoliti.it/

Quale bellezza?

armine

Sta facendo il giro del web il caso di Armine Harutyunyan, la modella di Gucci inserita fra le 100 donne più belle del mondo ma al centro di insulti da parte di chi non la ritiene "abbastanza bella" per calcare le passerelle. Lei è una modella armena, ha 23 anni ed è stata scelta dalla casa di moda forse e spero, proprio per la sua bellezza non convenzionale e per il suo viso, capace di comunicare solo a chi sa vedere oltre.

Tanti gli insulti contro la giovane Armine. C'è chi l'ha definita "brutta", chi "inadatta al mondo della moda". E c'è anche chi ha osato creare un meme con il quesito: "Voi ci uscireste a cena?"

Ma quale bellezza c'è in queste parole? Quale perfezione cerca in un viso o in un corpo questa gente che la bellezza non la possiede nell'anima e ne ignora il significato più profondo?

Sinceramente tutto ciò mi lascia attonita e nel contempo mi spaventa! Ma di quanta cattiveria sono dotati certi esseri umani? Ma perché pare che certe persone aspettino un bersaglio su cui vomitare tutte le loro frustrazioni e i loro fallimenti? Perché di quello si tratta!

Personalmente non ho mai creduto nella cattiveria umana gratuita, bensì in un'infelicità profonda capacedi scatenare reazioni come quelle a cui stiamo assistendo negli ultimi giorni.

La modella scelta da Gucci non corrisponde ai canoni classici della bellezza che per anni siamo stati abituati a vedere in passerella, sulle pagine patinate di giornali di moda o sui social dove ogni giorno sono proposte immagini di nasini perfetti (spesso rifatti), labbra carnose (spesso gonfiate) e visini rotondi spianati da Photoshop.

La modella armena ha sopracciglia incolte, lentiggini su un viso spigoloso e due occhi che a mio avviso, incantano, oltre ad una grande autostima e sicurezza in se stessa che le stanno facendo elegantemente ignorare gli insulti senza replicare.

Stimo infinitamente la maison fiorentina per questa scelta non convenzionale, e molte altre che già in passato hanno proposto modelle con vitiligine (Desigual), donne con misure antianoressia, immagini "imperfette" alle quali non eravamo abituati e che vivaddio stanno sdoganando canoni e stereotipi che la vera bellezza dovrebbe ignorare. Perché la bellezza non è perfezione, la bellezza è armonia. Un equilibrio tra mente, anima, corpo e cuore.

Che poi la perfezione che cos'è? Ma poi la perfezione esiste?

Certe tipologie appartengono ad un'epoca e ne raccontano la storia, tutto qui.

Negli anni sessanta, la moda avrebbe "schifato" la bellezza androgina di Kate Moss perché il riferimento in quel periodo storico era la donna alla Gina Lollobrigida e alla Sofia Loren, fianchi larghi, seno abbondante, curve sparse.

La moda racconta un periodo, fa la storia del costume e ne narra l'evoluzione, anche quella del pensiero, che auspichiamo evolva, appunto!

Allora, stop al "body shaming" e che questa schiera di misogini, razzisti armenofobi, checontinuano ad attaccare la modella denigrandola per il suo aspetto non convenzionale, definendola brutta, leggesse più poesia, più filosofia, che ascoltasse più musica classica e che partecipasse a più mostre dove la bellezza si spreca e insegna silente, che non ci sono canoni per estasiarsi dinanzi ad un'opera d'arte! Gioconda docet. Una per tutte.

Giovanna Politi 

Amore. Egoismo o altruismo?
Udire e ascoltare

Related Posts

 

Comments

No comments made yet. Be the first to submit a comment
Already Registered? Login Here
Guest
Sabato, 24 Ottobre 2020
If you'd like to register, please fill in the username, password and name fields.
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
26
27
28
29
30
31
2621793
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Questo Mese
Totale
543
1682
17829
74575
2621793

Online (15 minutes ago):14
no members

Your IP:35.170.78.142

Sito ufficiale di Giovanna Politi, tutti i diritti sono riservati e i contenuti sono di proprietà dell'autrice.

E' pertanto vietata la riproduzione, anche parziale, senza esplicita richiesta alla stessa.
(Siae, sez.Olaf)

© 2020 Your Company. All Rights Reserved. Designed By SaVaRiCa
12 Ottobre 2020
Di-Lune-dì
Impariamo a curare le nostre ferite per farne la nostra bellezza, ci suggeriscono i giapponesi.Kintsukuroi "significa riparare con l'oro" e questo è quello che dobbiamo fare quando qualcosa nella nostra vita si rompe.Ogni giorno curiamo meticolosamen...
05 Ottobre 2020
Di-Lune-dì
Il perdono è la cessazione del sentimento di risentimento nei confronti di un'altra persona; è quindi un gesto umanitario con cui, vincendo il rancore, si rinuncia a ogni forma di rivalsa di punizione o di vendetta nei confronti di un offensore.Perdó...
28 Settembre 2020
Di-Lune-dì
La solidarietà non è un principio generico ma, come ha stabilito la Corte costituzionale nel 1992, è tra i valori fondanti dell' ordinamento giuridico, tanto da essere solennemente riconosciuto e garantito, insieme ai diritti inviolabili dell'uomo, d...