Alice e il fantasmino Corona V

“Ho voluto scrivere questa favola - dice la scrittrice - per aiutare i bambini ad esorcizzare la paura in un periodo per loro non facile da comprendere e da gestire. L’isolamento dai contesti scolastici, sportivi, ricreativi, la paura per un mostro invisibile e come tale impossibile da sconfiggere ad armi pari, la mancanza dell’aria aperta, degli incontri, degli abbracci, potrebbero segnare profondamente un bambino facendogli trasformare i timori legati al periodo in ansie future sulla vita stessa. Da mamma mi sono posto questo problema e ho voluto in qualche modo contribuire a dare ai piccoli un messaggio di forza e di speranza da recuperare impegnandoci ad avere un maggiore rispetto per il pianeta e per la vita, il cui destino, dipende anche e tanto dal nostro operato. Dedico questa favola a mia nipote Sara e a tutti i bambini del mondo, affinché possano tornare presto a correre liberi tenendo in mano il filo di un aquilone di una ritrovata felicità”.

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
2313365
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Questo Mese
Totale
215
4592
14904
8327
2313365

Online (15 minutes ago):18
no members

Your IP:18.232.186.117

Sito ufficiale di Giovanna Politi, tutti i diritti sono riservati e i contenuti sono di proprietà dell'autrice.

E' pertanto vietata la riproduzione, anche parziale, senza esplicita richiesta alla stessa.
(Siae, sez.Olaf)

© 2020 Your Company. All Rights Reserved. Designed By SaVaRiCa