Erano giorni folli,

giorni per capire cosa può esser la follia.

Furono giorni brevi,

il cui ricordo ancora mi appartiene

come il più lungo dei miei desideri.

Furono istanti 

quelli in cui il piacer tuo divenne il mio

come segreto scambio di un’alchimia 

la cui formula però

non mi fu dato conoscere,

non è mai stata mia.

E se adesso ancora il pensier mio si strugge

al rammentar quel godimento,

se trastulla i miei pensieri

persino questo languido tormento,

se adesso bramo le tue carezze lievi

e forte ancora è il tuo richiamo…

forse, io t’amo?

 

1577619
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Questo Mese
Totale
1993
2478
14779
61923
1577619

1.19%
3.57%
0.17%
0.09%
0.02%
94.96%

18 guests
no members

Your IP:3.81.29.226