Senza preavviso

e all'improvviso

ancora tu mi appari

e diventando raffica di vento

ti conficchi dentro i pori

della mia pelle affamata

e ancora bruci facendoti raggio di sole

la stessa pelle accapponata.

Nella brezza lieve

dell'alba sul mare

tu diventi soffio d'aria

per farmi respirare,

per poi il respiro bloccarmelo al tramonto

quando diventa godimento e tormento

poterti pensare

e per te, e te soltanto

riuscire ancora a sospirare.

Fatale mi fu la nostra congiunzione

tu che col tuo nome impresso nella mia mente

come una maledizione

dopo secoli mi confondi le idee

e mi togli tutte le parole.

Ed io che disperatamente

ancora ti chiamo

mille volte e sempre

e ancora

e forse eternamente

amore.

Dimmi, si muore?

Dipinto di Lamberto Melina

http://www.lambertomelina.com/

1586191
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Questo Mese
Totale
7726
2839
23351
70495
1586191

1.19%
3.76%
0.17%
0.09%
0.02%
94.77%

39 guests
no members

Your IP:35.172.150.239