Erano odori

di estati,

di spighe dorate dal sole,

e d'inverni e di muschi,

come di estasianti e pregnanti

quelli di ginestre,

in mille nostre perse primavere.

Ci amammo in autunno

delle castagne e dei tini,

che traboccano d'uve

e pregustammo,

sulle labbra bagnate

l'ebbrezza dei vini.

Fosti tu l'amore

che avrei voluto annusare in tutte le stagioni,

della vita e del tempo,

e in ogni mia stagione,

ancora l'odore tuo,

di te,

dall'olfatto mio risveglia i sensi,

e mi si ripropone.

1802481
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Questo Mese
Totale
1523
4657
25425
80204
1802481

1.17%
3.96%
0.16%
0.10%
0.02%
94.58%

40 guests
no members

Your IP:3.214.184.250