E mani fra i capelli e mani a spingere sul petto per azzittire il cuore...

 
 

E mani fra i capelli

e mani a spingere sul petto

per azzittire il cuore.

E mani al cielo

tese

ad implorar la quiete

dove il ventre si è squarciato

nell’abisso profondo

del desiderio più spinto dell’immagine di noi

che all’alba avremmo chiesto il giorno,

ma per sempre fummo ingoiati 

da un tramonto che ci regalò la notte

eterna.

E nel buio,

la sola luce 

quella dei tuoi occhi,

che avidi come in quei silenzi

bramosi e disperati,

ancora cercano dei miei.

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
2316259
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Questo Mese
Totale
1312
1797
16486
11221
2316259

Online (15 minutes ago):72
no members

Your IP:18.206.238.176

Sito ufficiale di Giovanna Politi, tutti i diritti sono riservati e i contenuti sono di proprietà dell'autrice.

E' pertanto vietata la riproduzione, anche parziale, senza esplicita richiesta alla stessa.
(Siae, sez.Olaf)

© 2020 Your Company. All Rights Reserved. Designed By SaVaRiCa