Erano odori di estati, di spighe dorate dal sole, e d'inverni e di muschi...

Erano odori

di estati,

di spighe dorate dal sole,

e d'inverni e di muschi,

come di estasianti e pregnanti

quelli di ginestre,

in mille nostre perse primavere.

Ci amammo in autunno

delle castagne e dei tini,

che traboccano d'uve

e pregustammo,

sulle labbra bagnate

l'ebbrezza dei vini.

Fosti tu l'amore

che avrei voluto annusare in tutte le stagioni,

della vita e del tempo,

e in ogni mia stagione,

ancora l'odore tuo,

di te,

dall'olfatto mio risveglia i sensi,

e mi si ripropone.

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
2316103
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Questo Mese
Totale
1156
1797
16486
11065
2316103

Online (15 minutes ago):20
no members

Your IP:18.206.238.176

Sito ufficiale di Giovanna Politi, tutti i diritti sono riservati e i contenuti sono di proprietà dell'autrice.

E' pertanto vietata la riproduzione, anche parziale, senza esplicita richiesta alla stessa.
(Siae, sez.Olaf)

© 2020 Your Company. All Rights Reserved. Designed By SaVaRiCa