Privami, oh Dio, di ogni sentire, il tatto toglimi...


13892313 1113323992044286 852521282440138087 n

Privami, oh Dio, di ogni sentire, 
il tatto toglimi
che io non possa più nemmeno sperare
di riprovare sulla mia pelle,
la bellezza di ogni sua carezza.
La vista toglimi,
così che io la smetta di bramare
di poter incontrare gli occhi suoi
negli occhi di ogni altro qualsiasi possibile mortale.
Che io non possa più avere il piacere dell’olfatto,
la cui magia dalle narici al cervello
mi raggiungeva il cuore
rammentandomi il suo odore.
Il respiro bloccami, Tu che lo puoi fare,
così che io per lui,
non possa più nemmeno sospirare!
Privami dell’udito,
ora che tendendo l’orecchio 
ad ogni possibile dire,
mai più potrebbe giungere 
parola melodiosa al mio sentire.
Anestetizzami anche il gusto,
che io non possa nemmeno rammentare 
dei baci suoi il sapore, 
quando si andava fondendo con il salato sapore del mare.
Poi fermami quest’inutili battiti, oh Dio,
ora che so che il cuore mio, di quell’amare, 
mai più potrà pulsare.
Toglimi anche l’anima, però,
non lo dimenticare…
sennò con quella
continuerei a pregarti di potermelo ridare.

Dipinto di Lamberto Melina

http://www.lambertomelina.com/

 



Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
2329309
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Questo Mese
Totale
1395
2875
14362
24271
2329309

Online (15 minutes ago):21
no members

Your IP:3.226.97.214

Sito ufficiale di Giovanna Politi, tutti i diritti sono riservati e i contenuti sono di proprietà dell'autrice.

E' pertanto vietata la riproduzione, anche parziale, senza esplicita richiesta alla stessa.
(Siae, sez.Olaf)

© 2020 Your Company. All Rights Reserved. Designed By SaVaRiCa